Prospektiva 1.0 Agenda

Premiazione a Lucca domenica 9 ottobre alle ore 15. Caffè delle Mura.

Tra le righe e Prospektiva festeggiano l’autunno insieme ai finalisti del premio letterario Prospektiva 1.0.

 

L’evento si è tenuto a Lucca domenica 9 ottobre alle ore 15 presso il Caffè delle Mura (nei pressi di porta San Pietro) con il coordinamento di Debora Pioli.

La giornata si è aperto con un incontro sul mestiere dello scrittore. Analisi, scelte, passaggi più o meno obbligati nel mondo dell’editoria. Sono stati illustrati gli ingranaggi dell’intera filiera svelando tutti i meandri più nascosti del difficile universo letterario. Strategie – più o meno raggiungibili – e visioni passando attraverso l’industria e finendo al piccolo mondo ancora artigianale di certa editoria indipendente. Ha coordinato l’incontro, aperto a tutti gli scrittori e scrittrici, Andrea Giannasi.

Subito dopo intermezzo musicale a cura di Alberto Chicayban e presentazione di Monica Dini, della rivista monografica “Prospektiva 58. Materiali Resistenti”, con il lancio dei lavori per il numero 59.

Durante l’evento era presente anche la libreria con i cataloghi di Tra le righe e Garfagnana editrice.

Nella seconda parte dell’incontro sono stati presentati i finalisti del premio Prospektiva 1.0 nato con lo scopo di pubblicare manoscritti di narrativa e saggistica.

In questa seconda edizione, dopo una lunga lettura dei tanti testi arrivati, la giuria ha scelto come finalisti del premio nella sezione narrativa i manoscritti: “La mia guerra” di Vittorio Monòpoli; “Travestimento proibito e altri racconti” di Patrizia Bartoli; “Qualcosa sta accadendo” di Valeria De Cubellis; “Il sogno di un minatore” di Emanuele Corocher; “Piazza della memoria” di Giovanni Marcì; “Storie dal pianeta Veronetta” di Marina Sorina; “Chicco di naso. Quando Massimo seminò il granturco” di Claudio Orsi; “Ordinarie follie al maschile” di Veronica Petinardi.

La giuria ha deciso – vista l’alta qualità dei manoscritti arrivati – di premiare, come già avvenuto lo scorso anno, con la pubblicazione con Tra le righe libri più di un manoscritto.

Per la saggistica – ancora in valutazione alcuni saggi che potrebbero rientrare nella selezione finale – sono sul palco: “Educare al plurilinguismo” di Virginia Saragoni e “Non esistono innocenti” di Oscar Esile.

 

www.prospektiva.it